Archive for the Debian Category

VirtualBox Server – Parte I

Posted in Debian, Ubby on settembre 19, 2009 by lightuono

Per la realizzazione di server virtuali il mondo dell’informatica offre molte piattaforme. VMware, Virtualbox, KVM, Qemu, Bosch, Citrix, Xen, etc… ognuno con pregi e difetti, facilità d’uso o quasi. Non voglio fare un confronto tra uno e l’altro, ognuno è libero di utilizzare la piattaforma che vuole basta che si trovi a suo agio. Non facciamoci troppe seghe mentali e torniamo a parlare dell’oggetto di questo titolo. VirtualBox Server.

Prima di acquistare un biglietto verso una destinazione per noi ancora ignota, dobbiamo controllare se abbiamo tutto il necessario per partire sereni. Per realizzare un server che ospita macchine virtuali, abbiamo bisogna di un .. .. .. .. SERVER vero è proprio. Perfetto procuratevi un server di media potenza oppure di alta potenza, tutto questo dipende soprattutto da quanto volete spendere o far spendere ai vostri genitori. Nel mio caso parto con un server di questa potenza :

Continua a leggere

Annunci

[Bash] Eye-freeze 0.2

Posted in Debian, Eyefreeze, Scripting on luglio 6, 2009 by lightuono

Rilascio la versione 0.2 di Eye-freeze.

Chancelog :

  • Rimosso il comando sleep
  • Le notifiche verranno installate dentro un file “eyefreeze” all’interno della cartella /etc/cron.d
  • Inserite due opzioni “-g” e “-r” obbligatorie per far funzionare lo script
  • Controllo sui parametri passati sia sui numeri e lettere

Controllate, prima di eseguire lo script, se avete installato la libreria libnotify-bin in caso installatela.

Scaricate il file, rinominatelo e rendetelo eseguibile :

mv nome_file.doc nome_file

chmod +x nome_file

Copiate il file dentro la cartella /usr/local/bin e dopo lanciatelo SENZA SUDO:
$ eyefreeze-0.2

Download: eyefreeze-0.2

PS.: Ho dovuto rinominare il file con l’estenzione .doc perché wordpress non accetta file .sh o file script..giustamente!

[Bash] Eye-freeze 0.1

Posted in Debian, Eyefreeze, Scripting on giugno 30, 2009 by lightuono

Salve a tutti, oggi vi propongo uno scriptino molto facile e carino da poter utilizzare in ufficio, a casa, fuori, etc.. Si chiama Eye-Freeze e il suo scopo e farvi staccare gli occhi dallo schermo ogni TOT tempo. È uno script realizzato in Bash che notifica allo scadere dei 10 minuti un messaggio “stacca gli occhi dal monitor” e dopo 40 minuti “Fatti una bella passeggiata o mangiati qualcosa! “. Per adesso è alla versione 0.1 quindi fa solo queste due azioni, ma ho in mente di inserire delle feature carine per le prossime release.

Vi pubblico il codice :

!/bin/bash

#Autore: Lightuono
#Versione: 0.1

#Notifica ogni 10 e 40 minuti dei messaggi per farvi allontanare gli dal monitor

#Variabili

MIN_DIECI=”10m”    #Dopo 10 minuti deve notificarti un messaggio
MIN_QUARA=”40m”    #Dopo 40 minuti deve notificarti un messaggio
aux=”true”

while [ $aux ];
do
sleep ${MIN_DIECI}

notify-send “Stacca gli occhi dal monitor”
sleep 2

notify-send “Stacca gli occhi dal monitor”

sleep ${MIN_QUARA}

notify-send “Fatti una bella passeggiata o mangiati qualcosa”

sleep 2

notify-send “Fatti una bella passeggiata o mangiati qualcosa”

done

Incollate il seguente codice in un file e date un bel permesso di esecuzione. Buon Freeze 😉

Utenti carcerati [ Chroot + SSH + PAM ]

Posted in Debian on maggio 16, 2009 by lightuono

Analizziamo come ingabbiare gli utenti dentro un ambiente Chroot, limitandone l’uso di comandi messi a disposizione dal sistema.

Prerequisiti:

Debootstrap ~> Bootstrap a basic Debian system

OpenSSH ~> OpenSSH SSH client (remote login program)

Libpam-chroot ~> Chroot Pluggable Authentication Module for PAM

1) Installazione DEBOOTSTRAP & OPENSSH

Da linea di comando ( Terminale ) lanciate il seguente comando :

# apt-get install deboostrap openssh-server

2) Installazione Sistema Debian con DEBOOTSTRAP

Per prima cosa bisogna creare una directory nella root principale ( / ) :

# cd /

# mkdir carcere

La cartella che abbiamo creato conterrà il sottosistema Debian o Ubuntu. Ora possiamo installare il sottosistema tramite il comando debootstrap :

# debootstrap –variant=minbase jaunty /carcere

Con questo comando gli stiamo dicendo di installare la versione minimale di Ubuntu Jaunty (9.04)  dentro la cartella che voi avete creato nella root. Se volete informazioni sulle opzioni, lanciate man debootstrap.

Continua a leggere

Pulire pulire e pulire!

Posted in Debian, Pulizie on aprile 26, 2009 by lightuono

Colazione con Kinder Delice e caffè, accendo Toshidex e attendo l’avvio della mia amata Debian. Vedo nei suoi occhi qualche cambiamento, tristezza, voglia di non avviarsi. Inizio ad inviare comandi affettuosi, le parlo con delicatezza, ma sembra che le mie parole non abbiano effetto su di lei. Penso e ripenso al problema e dopo 10 minuti mi accorgo di un messaggio, in un angolino del mio Fluxbox, << Pulire pulire e pulire! >>. Corro di corsa in lavanderia a prendere i guanti ed il grambiulino per non sporcarmi i vestiti. 5 – 4 – 3 – 2 – 1… GO!

#Clean di tutti i pacchetti contenuti in /var/cache/apt/archives e in /var/cache/apt/archives/partial

sudo apt-get clean

#Rimuove tutti i pacchetti che non possono più essere scaricati

sudo apt-get autoclean

#Rimuove automaticamente pacchetti inutilizzati

sudo apt-get autoremove

#Rimuove i file di configurazione che sono stati lasciati nel sistema dai pacchetti rimossi senza l’opzione –purge

sudo dpkg --purge `COLUMNS=300 dpkg -l | egrep "^rc" | cut -d' ' -f3`

Il morale di Toshidex aumenta ma ancora siamo solo al 50% della pulizia. Installo deborphan per cercare di eliminare dipendenze o librerie obsolete che cercano di appesantire ed intristire il morale di Toshidex.

sudo apt-get install deborphan

#Rimuove pacchetti “orfani” del sistema

sudo apt-get remove --purge `deborphan`

#Rimuove librerie “orfane” del sistema

sudo apt-get remove --purge `deborphan --libdev`

#Rimuove le lingue inutilizzate

sudo apt-get install localepurge

Seleziono SOLO le lingue che interessano alla mia Toshidex. Una volta selezionate ( it_IT@euro,  en_US ) elimino tutte le lingue inutilizzate dal sistema.

sudo localepurge

Dopo il lancio di questo comando Toshidex mi ha risposto con un bel sorriso stampandomi a video il risultato di localepurge :

lightuono@toshidex:~$ sudo localepurge
localepurge: Disk space freed in /usr/share/locale: 426796K
localepurge: Disk space freed in /usr/share/man: 7433K

Total disk space freed by localepurge: 434229K

Toshidex ora è felice e può tornare al suo lavoro di sempre :).

tux_windows